Lancia Fulvia International Meeting

 
 
Locandina_DEFINITIVA.jpg

Perchè a Biella?

Biella: terra di Lane e di motori, culla della rivoluzione industriale tessile dell'800 dove, con lo sviluppo proprio dell'industria tessile, si creano i presupposti anche per la nascita delle officine meccano-tessili rendendo il biellese estremamente evoluto sotto tutti gli aspetti meccanici.

Queste situazioni generano, nel tempo, una cultura e una ricchezza che sfociano anche nell'oggetto simbolo del '900: l' automobile.

- Anni '30: Carlo Felice Trossi, Antonio Brivio, il circuito automobilistico di Biella, la Biella-Oropa, le automobili Rubino…

- Dopoguerra: la nascita della Vespa, Giovanni Bracco, Umberto Maglioli…

- Anni 60/70: Claudio Maglioli, Federico Ormezzano, la Occhieppo-Graglia, il rally della Lana, Piero Liatti e la costruzione dello stabilimento Lancia di Verrone...

In questi anni personaggi ed eventi contribuiscono a rendere Biella uno dei punti di riferimento principali della storia dell'automobilismo e lo stesso Automobil Club di Biella è uno dei più antichi d' Italia; il concessionario Bocca diventa la prima concessionaria nazionale della Lancia.

La Biella Lancista trova il suo apice con l' Aurelia, la Flaminia, la Flavia e la Fulvia.

Oggi a 50 anni della nascita del mitico “fanalone” Biella si ritrova per celebrare, con un evento unico e straordinario, l' auto di punta di casa Lancia.

Il FULVIA International Meeting, sulla scia del grande successo del World Stratos Meeting, sarà una manifestazione riservata a tutti i proprietari di Lancia Fulvia (berlina, coupè, sport Zagato) che il 5 e 6 ottobre 2019 potranno incontrarsi e stare insieme ai grandi protagonisti che hanno fatto la storia sportiva, e non, di questa vettura.

Progettisti, dirigenti, piloti, meccanici, preparatori, collezionisti, giornalisti inseriti nella cornice del centro sperimentale di Balocco, avranno il piacere di ritrovarsi sotto il segno dell'elefantino Lancia!

 
Locandina_DEFINITIVA_1.jpg

Why in Biella?

Biella: land of wool and engines, the cradle of the industrial textile revolution of the nineteenth century where, with the development of the textile industry, the conditions are also created for the creation of mechanical-textile workshops, making Biella area extremely advanced in all respects mechanical.

 These situations generate, over time, a culture and a richness that also lead to the symbolic object of the 1900s: the car.

- 30s: Carlo Felice Trossi, Antonio Brivio, the car circuit of Biella downtown, the Biella-Oropa climb race, the Rubino’s cars...

- Postwar period: the birth of the Vespa, Giovanni Bracco, Umberto Maglioli ... 

- 60s / 70s: Claudio Maglioli, Federico Ormezzano, Occhieppo-Graglia climb race, the Lana rally, Piero Liatti and the construction of the Lancia di Verrone plant... 

In recent years, characters and events have contributed to making Biella one of the main points of reference in the history of motorsport and the Automobile Club of Biella is one of the oldest in Italy; the Bocca dealer becomes the first national Lancia dealer.

The Biella Lancia’s lanc finds its peak with the Aurelia, the Flaminia, the Flavia and the Fulvia.

Today, 50 years after the birth of the legendary "fanalone" Biella finds itself celebrating, with a unique and extraordinary event, the flagship car of the Lancia family.

The FULVIA International Meeting, in the wake of the great success of the World Stratos Meeting, will be an event reserved for all the owners of Lancia Fulvia (sedan, coupe, sport Zagato) who on 5 and 6 October 2019 will be able to meet and be together with the great protagonists who have made the sporting history, and not, of this car. 

Designers, managers, drivers, mechanics, trainers, collectors, journalists inserted in the frame of the experimental center of Balocco, will have the pleasure of finding themselves under the sign of the mini elephant Lancia!

 
Locandina_DEFINITIVA_1.jpg